QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

Logo Istituto Comprensivo Montegrotto Terme

Istituto Comprensivo Statale

di MONTEGROTTO TERME

scuole nei comuni di Torreglia e Montegrotto Terme

Giovedì 22 aprile 2021 le classi seconde del plesso “Vivaldi” hanno incontrato la scrittrice e giornalista Valeria Ancione che ha presentato il suo libro “Volevo essere Maradona - Storia di Patrizia che sognava la serie A”. E’ la vicenda della calciatrice Patrizia Panìco che ha un grande sogno: diventare una famosa calciatrice. La vicenda è  intessuta di storie di amicizia, di relazioni familiari, di passione per lo sport, dove il pallone diventa un amico fidato, un rifugio negli anni dell’adolescenza e la prova che sulle ali di un sogno chiunque può volare. Ed è proprio su questo aspetto che la Ancione si è rivolta al suo pubblico di dodicenni, entrando immediatamente in empatia con i ragazzi. 

“In questi tempi difficili, voi ragazzi, avete dei sogni?” 

La domanda è stata rivolta alle cinque classi seconde del plesso e tutti i ragazzi hanno felicemente risposto con un bel “SI’!”

Una risposta che dovrebbe scuotere tutti, che fa pensare come il peso che portano i ragazzi in questi tempi di “chiusure” non abbia scalfito i loro sogni, quei desideri che li rendono felici e che regala loro sensazioni di benessere per rimetterli “in gioco” nella crescita, nella definizione dei loro obiettivi.

“Perché il sogno - incitava Ancione - è un desiderio, un bisogno e un bisogno è un BIS - SOGNO, un sogno due volte!”

Ed ecco la riflessione di alcuni ragazzi durante e dopo l’incontro, in una rielaborazione personale:

Il mio sogno è quello di diventare un personaggio di una serie tv. (A).

Vorrei diventare una attrice, lo so, è un grande sogno, ma ci voglio veramente credere… (K.T.)

La mia passione sono le materie scientifiche e il mio sogno è quello di diventare un fisico o un ingegnere aeronautico (A). 

Il calcio è uno sport di amicizie e di emozioni (M.D).

Il mio sogno, il mio bisogno, è quello di trovare un obbiettivo, un motivo per cui alzarmi la mattina perché in questo momento della mia vita mi sento inutile, senza identità, una pedina, mi sembra di essere il personaggio secondario nella mia vita, un film noioso, senza colpi di scena che ti fa vedere il supplente all’ultima ora mentre aspetti i titoli di coda. Aspetterò la prossima stagione per diventare protagonista. (A)

Bisogna seguire i propri sogni al 100% (C.H)

Il mio sogno è quello di diventare una poliziotta. (A)

Se è impossibile allora si può fare e il mio sogno è di diventare un ingegnere aeronautico (E.G.D.M)

Dovrò fare tanti sacrifici, come rinunciare ai sabati con gli amici, ma sono disposta a farlo. (C.G.)

Il miei sogni sono due principalmente : quello di diventare un’artista e quello di fare l’attrice in America. Sono sogni molto difficili, ma quello che so è che per realizzarli non devo ascoltare le voci che ti sminuiscono e che ti giudicano ma devo ascoltare la voce del mio cuore.(A.R)

L’odio è solo una illusione e noi possiamo andare ben oltre i limiti di noi stessi. (I.S)

Il mio sogno è che mio nonno ritorni in vita con mia sorella e diventare una parrucchiera oppure una estetista (E.F.)

Magari fra 7 anni sarò su un palco di Los Angeles con Ariana e allora lì saprò di aver realizzato il sogno di una vita. Allora da  lì mi guarderò allo specchio e mi potrò dire: “Anna, ce l’hai fatta.” (A.B.)

Il mio sogno é quello di diventare un elettronico, sin da quando ero piccolo ero molto abile nell’ aggiustare, spero che il mio sogno si avveri (L.F.)

Io, ragazzi, non ho un sogno preciso ma guardando molti film e serie TV mi sono appassionata di alcuni lavori tipo: il poliziotto, il dottore, il vigile del fuoco, il detectiv del settore armi e gang. Mi piacciono perché devo avere molto coraggio ad affrontare molte sfide al giorno. (C.M.)

Realizzare il mio sogno è molto difficile, ma con calma e con il tempo che mi serve so che ce la farò e che starò bene.(A. C.)

Il mio sogno è diventare un ingegnere informatico (cioè programmare e usare il computer), questo sogno mi è “arrivato” all’eta di 10 anni quando ero a tavola a parlare con i miei genitori. Ad un certo punto mia mamma ha detto che potevo provare a fare l’ingegnere informatico. Allora ho cercato in Google e ho scoperto che era il lavoro perfetto. Da lì in poi io e mio papà usiamo molto il nuovo computer mentre mia mamma sta guardando le scuole dove poter imparare a fare questo lavoro. (A.M.)


Pubblicità legale

Link ai servizi

scuola in chiaro

servizio pago in rete

MESSA A DISPOSIZIONE

Contatti

Istituto Comprensivo Statale di MONTEGROTTO TERME
Via Claudiana 5 - 35036 Montegrotto Terme (PD)
Tel: 049793487 - 0498911673
PEO: pdic866008@istruzione.it
PEC: pdic866008@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. pdic866008
Cod. Fisc. 80018840282
Fatt. Elett. UFXNPS